Home » Uncategorized

ORVIETO UMBRIA JAZZ WINTER #23

Submitted by

30 DICEMBRE 3 GENNAIO
ORVIETO SI SCALDA IN INVERNO CON LA GRANDE MUSICA DI UJW.

Dal 30 dicembre al 3 gennaio cento musicisti, per oltre cento eventi, si alterneranno negli splendidi spazi dell’antica città etrusca: in suggestive location quali il Teatro Mancinelli, il Duomo, il Palazzo del Popolo, il Palazzo dei Sette, il Museo Emilio Greco; fino a coinvolgere ‘Il Malandrino’, locale dove si suonerà fino a tarda notte e infine piazze, vicoli e strade.
La formula del Festival invernale risale già alla prima edizione e si è sostanzialmente confermata con progressivi aggiustamenti nel corso delle ventidue edizioni passate. Orvieto in questi cinque giorni propone musica a ogni ora del giorno fino a tarda notte, e il centro storico si anima di un pubblico festoso e appassionato. Del resto è il connubio virtuoso tra cultura e turismo che caratterizza Umbria Jazz e ne fa un esempio unico nel pur affollato scenario delle grandi manifestazioni italiane.
Il programma prevede i consueti cenoni di fine anno in musica per salutare a suon di jazz e soul la fine del 2015 e l’arrivo del 2016, e la tradizionale Messa della Pace in Duomo il pomeriggio di Capodanno, resa ancora più solenne dalle voci gospel.
Quest’anno, in occasione delle celebrazioni per il centenario dalla nascita del cantante Frank Sinatra, il Festival ospiterà Kurt Elling che omaggerà ‘The Voice’ con due concerti tributo dal titolo “Elling Swings Sinatra”.
Molti altri i protagonisti come: Jarrod Lawson, Lewis Nash, Steve Wilson, Romero Lubambo, Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura e l’Orchestra da Camera di Perugia, Marco Bardoscia, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Enzo Pietropaoli e Marcello Di Leonardo, Fabrizio Bosso, Paolo Silvestri, Danilo Rea, Dirty 6, Walter Ricci, Larry Franco, Allan Harris, Tuba Skinny, Accordi Disaccordi, Dirotta su Cuba, Camera Soul, Berklee Summer School at Umbria Jazz Clinics, Sam Mortellaro Trio, Beatbox e Vince.
La città della Rupe sarà festosamente invasa dalla musica.
Come di consueto due le esibizioni quotidiane della marching band per le vie del centro storico: i popolari Funk Off, interpretano a modo loro la formula della street band con grande senso dello spettacolo e una originale evoluzione artistica che rivitalizza un genere vecchio di un secolo.
Il gospel, presente per tradizione a Umbria Jazz Winter, quest’anno sarà rappresentato dalle Light of Love Gospel Singers, espressione di pura spiritualità, ma anche delle autentiche radici del jazz e più in generale della cultura popolare delle comunità Nere.